Posturale

La valutazione posturale é l’osservazione del corpo nel suo atteggiamento normale, tiene in considerazione le principali articolazioni e piani corporei.
Consiste nel valutare:
-le curvature della colonna vertebrale
-gli angoli di valgismo e varismo di piedi e delle anche
-il grado di mobilitá della colonna,
-le rigiditá muscolari e articolari di piedi,delle ginocchia ,delle anche e della colonna vertebrale
-il comportamento del corpo durante la deambulazione
Qualora il podologo dovesse trovare nel paziente alterazioni posturali può decidere di intervenire con un plantare su misura o indirizzarlo ad un terapista per la più corretta ginnastica posturale.

posturale

 

 

Podologo

La figura del podologo è molto importante nella prevenzione di complicanze che possono facilmente insorgere nei soggetti colpiti:

Malattie metaboliche come il diabete di tipo 1, il diabete di tipo 2 e l'obesitá;

Patologie cardiovascolari come le vasculopatie periferiche e le alterazioni circolatorie a carico di vene e arterie;

Patologie ortopediche come le deformitá a carico delle articolazioni del piede oppure un errato appoggio plantare;

Patologie reumatologiche come sclerodermia, artrite reumatoide o altro.podologo

Un'attenta prevenzione sul piede può quindi evitare complicanze secondarie e situazioni dolorose.

 

 

Plantari

I plantari su misura sono dei dispositivi medici prescritti e realizzati dal podologo.
Sono indicati per i soggetti che hanno problematiche localizzate a livello podalico o sovrasegmentario, servono per ridistribuire il carico sul piede e sulle strutture sopra (ginocchio, anca, schiena).
I tipi di plantari sono molteplici e diversi a seconda dei soggetti a cui sono rivolti infatti cambiano i materiale e le correzioni: sportivi, pazienti con deficit neurologici e con patologie reumatiche e metaboliche, lavoratori con scarpe antinfortunistiche, bambini in fase di accrescimento e anziani.

Plantari

 

 

Piede diabetico


Il piede diabetico (o piede neuropatico) rappresenta una temibile complicanza cronica del diabete: si tratta di uno stato morboso che si sviluppa come conseguenza di:
-neuropatia cioè l' alterazione del sistema nervoso periferico che si manifesta principalmente con formicolii, crampi, disordini dell'andatura ed alterazione della sensibilità (incapacità di percepire dolore, caldo e freddo)
-arteriopatia ovvero una condizione patologica che si riferisce a problemi di circolazione ematica nelle arterie(cattiva circolazione del sangue) tipiche condizioni patologiche della malattia metabolica d'origine.

Il danno neurologico (ovvero la neuropatia diabetica) può provocare insensibilità o perdita della capacità di percepire dolore e cambiamenti di temperatura a livello delle estremità inferiori.
Un paziente diabetico tende a non accorgersi della presenza di tagli, ferite, ustioni, congelamento e quant'altro a livello dei piedi proprio perché viene indebolita la sua risposta di difesa al dolore. 
Se, alla neuropatia diabetica, si aggiunge la cattiva circolazione a livello degli arti inferiori (arteriopatia e lesioni vascolari), si comprende facilmente come un piccolo graffio sul piede possa procurare danni esagerati, ulcere sanguinanti che, a lungo andare, possono indurre cancrena.

Il podologo è di fondamentale importanza sia nella prevenzione ( educando il paziente ad una corretta ispezione e igiene dei piedi, nell'utilizzo della corretta calzatura) che nel trattamento delle zone a rischio del piede (Rimozione delle callosità, taglio corretto delle unghie, plantari su misura, ortesi digitali su misura).

Piede diabetico

Podologo come prevenzione

La figura del podologo é molto importante nella prevenzione di complicanze che possono facilmente insorgere nei soggetti colpiti:

Malattie metaboliche come il diabete di tipo 1, il diabete di tipo 2 e l'obesitá;

Patologie cardiovascolari come le vasculopatie periferiche e le alterazioni circolatorie a carico di vene e arterie;

Patologie ortopediche come le deformitá a carico delle articolazioni del piede oppure un errato appoggio plantare;

Patologie reumatologiche come sclerodermia, artrite reumatoide o altro.

Un'attenta prevenzione sul piede può quindi evitare complicanze secondarie e situazioni dolorose.

Piede diabetico

 

 

  • 1
  • 2